Garantire uno sviluppo degli aeroporti nazionali adeguato alla domanda

Gli aeroporti, insieme alle compagnie aeree, garantiscono il collegamento aereo della Svizzera con le principali metropoli del mondo. In virtù del suo forte orientamento al commercio estero, l’economia svizzera dipenderà anche in futuro da collegamenti aerei di qualità. Per evitare il peggioramento dei problemi di capacità presenti già oggi negli orari di punta presso gli scali nazionali di Zurigo e Ginevra, è necessario permettere agli aeroporti uno sviluppo adeguato alla domanda.

Problemi di capacità già presenti presso gli scali nazionali

Sebbene la domanda di voli sia da tempo in continua crescita, i sistemi di piste degli aeroporti nazionali sono rimasti invariati da circa 40 anni. Ecco perché gli aeroporti di Zurigo e Ginevra già oggi raggiungono i propri limiti di capacità negli orari di punta. Le difficoltà aumenteranno notevolmente se i due aeroporti nazionali non si potranno sviluppare sulla base delle previsioni sulla domanda. Il Consiglio federale, nel suo attuale rapporto sulla politica aeronautica, evidenzia chiaramente che tali difficoltà possono pregiudicare in maniera significativa il collegamento aereo della Svizzera. Il Piano settoriale dell’infrastruttura aeronautica (PSIA), lo strumento di pianificazione e coordinamento della Confederazione nel settore dell’aviazione civile, ha pertanto una grande importanza per lo sviluppo degli aeroporti nazionali.

PSIA2 per l’aeroporto di Zurigo si limita a risolvere i problemi operativi attuali

SIAA accoglie con favore le misure stabilite dal Consiglio federale nella scheda di coordinamento PSIA per l’aeroporto di Zurigo e finalizzate a ridurre la complessità dell’attività aeroportuale, contribuendo così all’aumento del margine di sicurezza e permettendo un miglioramento della puntualità. Altri elementi permetteranno di recuperare una parte della capacità persa negli anni a causa dell’inasprimento delle misure di sicurezza. SIAA è inoltre favorevole all’attuazione tempestiva delle misure.

Necessità di coprire la domanda a lungo termine di voli

La presente scheda di coordinamento PSIA per l’aeroporto di Zurigo si focalizza sulle attuali sfide operative quando dovrebbe invece definire la pianificazione territoriale a lungo termine. Da qui il rammarico di SIAA che le condizioni quadro nella scheda di coordinamento non siano state definite in modo tale da coprire anche la domanda a lungo termine di voli e trasporti aerei di merci. A tale scopo è necessaria la definizione di una capacità oraria di 80 movimenti aerei nelle ore di punta meridiane.

Gli aeroporti svizzeri devono rimanere competitivi

Nel rapporto sulla politica aeronautica 2016, il Consiglio federale constata che, non operando in tempo le giuste scelte, aeroporti hub paragonabili in Europa amplieranno gradualmente le loro capacità grazie all’estensione dell’infrastruttura e disporranno in futuro di capacità orarie ampiamente superiori a quelle della principale piattaforma di traffico aereo svizzera. Le compagnie aeree passerebbero ad aeroporti europei sui quali otterrebbero degli slot interessanti. La Svizzera perderebbe valore aggiunto a favore dell’estero e la sua raggiungibilità diminuirebbe progressivamente.

PSIA per l’aeroporto di Ginevra deve garantire uno sviluppo adeguato alla domanda

Anche l’aeroporto di Ginevra che collega la Svizzera romanda al traffico aereo globale deve potersi sviluppare in maniera da soddisfare la domanda. SIAA consiglia di definire la curva del rumore nella scheda di coordinamento PSIA in modo tale da permettere all’aeroporto di Ginevra di sviluppare le proprie infrastrutture in base alla domanda.

L’EuroAirport deve potersi sviluppare secondo il PSIA esistente

L’EuroAirport Basilea-Mulhouse-Friburgo dal 2013 dispone di un PSIA che definisce le misure di pianificazione per lo sviluppo in Svizzera. Il terzo aeroporto nazionale dispone ancora di sufficienti capacità, di conseguenza uno sviluppo adeguato alla domanda rimane possibile a livello di pianificazione del territorio. La Svizzera nordoccidentale, la regione economica che cresce più rapidamente in Svizzera, dipende da un aeroporto efficiente.

Conclusioni

  • I problemi di capacità negli aeroporti nazionali di Zurigo e Ginevra presenti già oggi negli orari di punta peggioreranno in maniera significativa se agli aeroporti non sarà permesso uno sviluppo delle proprie infrastrutture adeguato alla domanda.
  • Per garantire anche in futuro il collegamento aereo tanto importante per l’economia svizzera, è necessario definire nella scheda di coordinamento PSIA per l’aeroporto di Zurigo una capacità di 80 voli nelle punte meridiane.
  • Nella scheda di coordinamento PSIA per l’aeroporto di Ginevra è necessario definire la curva del rumore in modo tale da permettere uno sviluppo delle infrastrutture adeguato alla domanda.
  • L’EuroAirport Basilea-Mulhouse-Friburgo deve potersi sviluppare nell’ambito delle condizioni quadro definite nella scheda di coordinamento PSIA.
  • Gli aeroporti hub paragonabili in Europa ampliano gradualmente la propria capacità: la Svizzera perderà valore aggiunto se non sarà in grado di ampliare nella stessa misura le proprie infrastrutture.